Cos’è il grafene

Volete vincere un Nobel e scoprire un materiale con praticamente tutte le proprietà migliori? Prendete una matita e un rotolo di scotch. Sul serio.

Continua a leggere

Fenomenali poteri cosmici e minuscolo spazio vitale

Non sarebbe bellissimo portare l'universo in laboratorio? L’astronomia è una delle parti della fisica che più catturano la fantasia. Svelare i misteri dell’universo, d’altra parte, è indubbiamente affascinante. Purtroppo galassie e buchi neri non collaborano agli esperimenti.

Un gruppo di fisici, che fa capo all’Università Federico II di Napoli, sta lavorando ad una soluzione.

Continua a leggere

Olio accartocciato

Non sempre un foglio accartocciato va buttato. Un gruppo di ricercatori negli Stati Uniti usa palline accartocciate di grafene per migliorare l’olio per i motori.

“Ogni anno milioni di tonnellate di carburante finiscono sprecate per via dell’attrito”, dice Jiaxing Huang della Northwestern University. E questo nonostante usiamo l’olio per lubrificare il motore e ridurre l’attrito nei cilindri e in tutte le parti meccaniche, ma non bastano.

Huang e i suoi colleghi hanno aggiunto all’olio microscopiche palline di grafene. Questo materiale di solito forma sottili strati, da cui i ricercatori hanno ottenuto piccolissimi foglietti che hanno immerso in acqua. Facendo evaporare l’acqua, dice Huang “si genera una forza che accartoccia i foglietti in piccole palline, come quando noi accartocciamo un foglio con le mani”.

Il risultato sono piccoli cuscinetti a sfera che, nei test, hanno migliorato le prestazioni dei lubrificanti di circa il 15%.

L’effetto dipende molto poco dalla concentrazione di palline, perciò non serve neanche starci troppo attenti.

 

Foto copertina: A Crumpled Paper Ball, CC-BY Turinboy, via Flickr. Some rights reserved.