Attraverso la foresta

Secondo i ricercatori del MIT, passando un liquido per una microscopica “foresta” di nanotubi di carbonio, si possono filtrare molecole o virus altrimenti difficili da individuare.

“Pensate ad ogni nanotubo come rivestito concentricamente di diversi strati di polimeri—dice Brian Wardle, a capo del progetto—Disegnandoli in sezione, sarebbero come gli anelli di un albero”.

Questi rivestimenti aiutano a catturare alcune molecole nel fluido che viene fatto passare attraverso la foresta. Possono anche essere progettati appositamente per catturare selettivamente una particolare molecola.

I nanotubi di carbonio sono molto popolari di recente, essendo buoni conduttori, leggerissimi ed estremamente resistenti. Assomigliano un po’ ad una rete arrotolata, con un sacco di spazio vuoto. Per questo, una volta messi in piedi, sono ottimi per filtrare liquidi.

Secondo Wardle: “Così si può far passare molto fluido, scartando i milioni di particelle che non servono e acchiappando quella che ci interessa”.

Foto: CC0 Dan Sark, via unsplash.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *