Forgiato al laser, magnetico, più duro del diamante, che crea come sotto-prodotto. Un nuovo tipo di carbonio sembra uscito dai laboratori dei film di 007.

Il carbonio ha molte forme diverse, dalle matite ai diamanti. Un team dell’Università di North Carolina State ne ha scoperta una nuova, chiamata carbonio-Q,  ottenuto scaldando uno strato di carbonio a quasi 4000° usando un laser.

“Usiamo un laser simile a quelli per la chirurgia oculistica—dice Jay Narayan, a capo della ricerca— Perciò […] il processo è relativamente economico”. La produzione, infatti, avviene a pressione e temperatura normali del laboratorio.

Il carbonio-Q è l’unica forma ferromagnetica del carbonio, è estremamente duro ed è un buon conduttore di elettricità. Insomma avrebbe un sacco di applicazioni, ma gli scienziati sono cauti: “Siamo ancora nelle prime fasi di comprensione di come manipolarlo”, dice Narayan.

Intanto, con lo stesso procedimento si possono produrre microscopici diamanti, utili per processi industriali, elettronica, come guida per farmaci.

Foto: Desmond Llewelyn 01, CC BY-SA by Towpilot – Own work, via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *