C’è un paese ricco di bellezza: foreste, deserto, sterminati laghi salati, montagne altissime. Un paese dove guidare può diventare molto pericoloso. Un paese dove il vostro nuovo televisore al plasma durerà poco. ¡Bienvenidos a Bolivia!

Lo schermo al plasma è fatto di tante piccole lampade simili a quelle al neon. Funzionano facendo passare una corrente elettrica attraverso un contenitore di gas (sorprendente esempio: il neon), la corrente eccita gli elettroni del gas, che emettono raggi UV. Il rivestimento del contenitore è fluorescente, cioè trasforma raggi UV in luce visibile.

Nelle lampade al neon è luce bianca, in ogni pixel dello schermo è verde, rossa o blu, per formare tutte le immagini della nostra serie preferita.

Visto che ci piacciono schermi ad alta definizione molto piatti, le “lampade” al loro interno sono barattolini di gas sottili e delicatissimi.

Per questo, se la pressione esterna diventa troppo bassa, il gas si espande e deforma il barattolino, rendendo più faticoso il passaggio della corrente. Quindi il televisore deve lavorare di più, affaticando soprattutto il sistema di raffreddamento.Il risultato è un sacco di rumore e TV che invecchiano in fretta.

Normalmente non è un problema: la pressione atmosferica è più o meno sempre quella… al livello del mare.

Col crescere dell’altitudine, però, la pressione cala. Ecco cosa c’entra la Bolivia: molte delle sue principali città sono così in alto che creano problemi agli schermi al plasma.

 

Foto: Jungle and Mountains – Coroico, Bolivia, CC-BY-NC-ND Geee Kay, via Flickr. Some rights reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *