Come il celebre gatto di Schrödinger, anche i computer quantistici erano sia tra noi che no allo stesso tempo. Sapevamo tutto della teoria, ma non riuscivamo a costruirli. Ma questo potrebbe cambiare presto.

I ricercatori della University of New South Wales, in Australia hanno creato il primo gate logico in silicio per qubit. In altre parole, il primo pezzettino di un processore quantistico (i qubit sono l’equivalente quantistico dei nostri bit).

Il fatto che sia in silicio “rende la costruzione di un computer quantistico molto più fattibile”, ha detto Andrew Dzurak, coordinatore del gruppo, “perché è basato sulla stessa tecnologia produttiva dell’attuale industria elettronica”.

I computer quantistici sono enormemente superiori quando si tratta di fare molti calcoli in una volta, ma non sempre. Per gli usi quotidiani i computer classici sono probabilmente meglio.

Ma la ricerca di medicinali e materiali nuovi, per fare due esempi, farà passi da gigante.

Foto: Vintage Technology, CC-BY-NC Jeremy Brooks, via Flickr. Some rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *